Perchè restare investiti

Alcuni di Voi hanno replicato alla teoria del “restare investiti” osservando che anche evitando i 5 peggiori risultati  si otterrebbero dati di gran pregio ( cioè: uscire prima dei grandi storni anziché restare investiti ). Grazie, innanzi tutto, per il contributo. Preciso, dunque, visto che l’osservazione è corretta … ma solo apparentemente, perché immagina comunque uno scenario interventista, cioè proprio quello che va evitato. Chiarisco.

La teoria del restare investiti rappresenta – negli esempi che propone – il danno che deriva dal perdere i migliori risultati. Ma lo fa solo per rendere eclatante il nesso tra fare e non fare. Per rendere chiaro come sia pericoloso immaginare di vincere la partita dell’indovino, come sia logico NON tentare di battere il BANCO, lui è più forte di qualunque giocatore: vaga ed impalpabile è l’idea di azzeccare le previsioni. Vaga ed impalpabile, amici miei, soprattutto perché non si parla di indovinare una volta per un cliente soltanto … nel caso della attività di consulenza, nel caso professionale della Gestione dei Patrimoni, insomma, si parla di usare il metodo dell’indovino sempre e per tutti i clienti, a prescindere dall’importo gestito … capite ?

Il tema di fondo è proprio questo, il consulente DEVE dotarsi di un METODO di lavoro, che sia quanto più tecnico possibile ma anche quanto più ragionevole possibile, naturale, replicabile, affidabile nel tempo. Questa riflessione è logica, intuitiva e solida. Condivisibile da ogni uomo dotato di buon senso (  le prove sul campo – tra l’altro – ne confermano la correttezza da 100 anni attraverso i risultati ). Ma c’è poi qualcosa di più sottile, forse più tecnico, che corrobora l’idea di fondo: un qualcosa in più. Entrare ed uscire, infatti, interrompe la continuità delle serie numeriche e questo è un bel guaio. Le serie numeriche, infatti, sono grandi attenuatrici di danno in un periodo di crolli, così come sono anche grandi amplificatrici di crescita in periodi di espansione dei valori.

Esempio:

Un mercato che valesse 40.000,00 Euro e che registrasse per 25 giorni di fila chiusure negative del 5% ogni giorno, al 25mo giorno varrebbe 11.098,58 = fate i conti e vedete che è proprio così ! ( per capirci, un po’ come un periodo di crolli come la recente crisi di Borsa da Agosto 2015 a Gennaio 2016 ). Come mai ?

-5% al giorno moltiplicato per 25 giorni dovrebbe generare ( a prima vista ) un dato finale di -125%, quindi da 40.000,00 dovremmo arrivare a -10.000,00 … ma non è così: dal teorico -10.000,00 ci ritroviamo in pratica ad avere un +11.098,58 … come mai ? E’ l’effetto delle serie numeriche. Il dato percentuale ( -5% ) si applica man mano ad un valore sempre più piccolo, quindi il dato numerico della perdita giornaliera vale sempre meno, giorno dopo giorno … vale la massima più scende meno perde.

Proviamo a fare il contrario.

Se al valore finale di 11.098,58 applichiamo una serie di rimbalzi del 5% al giorno, per 25 giorni … dovremmo ottenere un +125% finale, cioè 24.965,05. Ma non è così, il valore finale effettivo è 37.573,57. Una serie di espansioni del 125% teorico, in realtà, genera una crescita del 238%, per lo stesso motivo, solo invertito …. La crescita percentuale, infatti, è costante ma si applica ad un valore via via crescente, dunque il valore finale è ben superiore alle attese, vale il detto più sale più guadagna. Entrando ed uscendo, insomma, non solo ci esponiamo all’evento imponderabile detto “futuro da azzeccare” … ma interrompiamo anche il beneficio delle serie numeriche.

Il senso delle statistiche, pertanto, ci ricorda semplicemente che quando investiamo i soldi degli altri, quando investiamo in modo professionale, non possiamo affidarci alle intuizioni, né nel bene, né nel male. Forse paghiamo il disagio della volatilità … ( dipende dalle singole sensibilità ) ma qualcosa occorre pur sopportare, se vogliamo evitare il rischio di perdite perché – in alternativa – ci sono pur sempre le obbligazioni con cedola … dopodiché: se va bene, rivedi i soldi, tutto a posto, ma se va male … ricordatevi di Banca Marche & Pop Etruria …. E’ per questo che lasciar lavorare il gestore è la soluzione più sana, saggia, ed efficiente ( tra l’altro lo paghiamo … ).

 

 

 

Su di me

luciano fravolini

Il mio sito

One Comment

  1. PacSun coupons 5 luglio 2017 Rispondi

    You made various fine points there. I did a search on the topic and found mainly people will have the same opinion with your blog.
    PacSun coupons http://www.pacsun-coupon.com

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*