A Sutri un nuovo museo.”La bellezza di Dio” è la prima mostra.

foto-olio-768

Continuano a maturare i frutti dell’attività di Vittorio Sgarbi sindaco della citta di Sutri. Si prepara infatti un autunno ricco di iniziative per la città che vivrà uno straordinario risveglio culturale, artistico, mediatico e economico. Da mesi è in cantiere la riapertura del Museo di Palazzo Doebbing.

Il museo prende il nome da Joseph Bernardo Doebbing,nato a Munster nel 1855.Nel 1874 prese i voti nel convento dei frati minori di Warendorf, alunno della provincia di Sassonia. Nel 1875, a causa dell’espulsione dei Francescani e dei Gesuiti dalla Germania, fu costretto a trasferirsi negli Stati Uniti e si ordinò sacerdote nel 1879; lettore di filosofia e teologia, fu poi professore di filosofia nel seminario di Cleveland. Nel 1881 fu richiamato in Germania, e poi si trasferì a Quaracchi (Firenze) dove lavorò alla pubblicazione delle opere di San Bonaventura. Nel 1883 fu nominato professore di filosofia al Collegio irlandese di San Isidoro a Roma, e qui lavorò alla riforma degli studi filosofici e teologici. In un soggiorno a Capranica conobbe la Tuscia. Nel 1900 fu eletto vescovo di Nepi e di Sutri.

Monsignor Doebbing, uomo di grande fede ma anche di rara e sofisticata cultura, restaurò il palazzo vescovile di Sutri, promuovendo importanti opere per l’educazione dei giovani, del clero e del popolo tutto. Tra le più notevoli il santuario della grotta santa della Madonna ad Rupes di Castel Sant’Elia. Morì a Roma nel 1916.Fu un padre per la comunità nepesina e sutrina.

L’autorevolezza e la originalità delle proposte di Vittorio Sgarbi ha attratto sostenitori istituzionali come la Fondazione Cultura e Arte, emanazione della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele. Le gestione degli spazi museali è stata affidata con bando pubblico a Sistema Museo.

Tre momenti inaugurali sono stati previsti:

  • Il 14 settembre alle ore 11:30 vernice delle mostre riservata ai giornalisti
  • Il 14 settembre alle ore 17:00 inaugurazione del Museo, alla presenza di S.E. il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e di S.E: il Vescovo di Nepi, Sutri, Civita Castellana Romano Rossi. Seguirà il Concerto dell’Orchestra di Piazza Vittorio alle ore 18:00, offerto dalla Fondazione Cultura e Arte per volontà del Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele.
  • Il 15 settembre alle ore 14:30 visita riservata del Presidente Silvio Berlusconi e dell’On. Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo.

Il 15 settembre alle ore 17:00 apertura ufficiale al pubblico del Museo.

 LE DIECI MOSTRE

L’apertura al pubblico del Museo di Palazzo Doebbing, dopo il restauro, imponeva la realizzazione di una serie di iniziative espositive convenienti per configurarlo come nuovo punto di riferimento culturale. Architettura dominante del centro storico della città di Sutri, Palazzo Doebbing è Museo e Palazzo delle Esposizioni in, collegamento con il Parco Archeologico, insieme al quale costituisce una imprescindibile offerta culturale alle porte della Tuscia. Nove saranno le prime mostre, realizzate anche con il contributo della Fondazione Cultura e Arte, emanazione della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale – che apriranno il 15 settembre. La decima inaugurerà il 15 dicembre.

  1. La Bellezza di Dio. Dipinti e oggetti d’arte dal XIV al XVII secolo nella Tuscia
  2. Giuseppe Pelizza da Volpedo, Idillio Verde
  3. Wilhelm von Gloeden – Roberto Ferri
  4. Giovanni Iudice. Il nuovo Quarto Stato: migranti
  5. Animali e Piante Immortali. Luciano e Ivan Zanoni
  6. Matteo Basilè. ICONE
  7. To the Wonder
  8. Italo Mus. Sotto il cielo.
  9. Luigi Serafini. Altalena Etrusca. Monumento a Sutri
  10. Tiziano, Estasi di San Francesco

Aperture: Le mostre sono aperte dal 15 settembre 2018 al 13 gennaio 2019. E’ previsto l’allestimento di una libreria interno ai temi delle mostre e un servizio di visite guidate e di laboratori didattici per le scuole.

 

Su di me

Artisan Post

Il mio sito

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*